I migliori nuovi libri gialli e gialli con protagonisti lesbici

I migliori nuovi libri gialli e gialli con protagonisti lesbici

I mesi scorsi sono stati molto impegnati per editori di gialli e thriller con molti nuovi titoli che vedono protagonisti lesbiche arrivare sul mercato tra gli altri libri. Un nuovo titolo in questa categoria che ha attirato la nostra attenzione, Le vedove di Malabar Hill, è un racconto misterioso della Bombay degli anni '1920 di Sujata Massey ed è ispirato in parte dalla donna che ha fatto la storia come prima avvocatessa indiana. Il libro è una storia riccamente forgiata della Bombay multiculturale degli anni '1920 e del debutto di un nuovo investigatore acuto e promettente.

Perveen Mistry, figlia di una rispettata famiglia zoroastriana, si è appena unita allo studio legale di suo padre, diventando una delle prime donne avvocati in India. Armato di un'educazione legale da Oxford, Perveen ha anche una tragica storia personale che rende i diritti legali delle donne particolarmente importanti per lei.

Mistry Law è stata incaricata di eseguire il testamento del signor Omar Farid, un ricco proprietario di una fabbrica musulmana che ha lasciato tre vedove. Ma mentre Perveen esamina i documenti, nota qualcosa di strano: tutte e tre le mogli hanno firmato la loro intera eredità a un ente di beneficenza. Di cosa vivranno? Perveen è sospettosa, soprattutto perché una delle vedove ha firmato il suo modulo con una X, il che significa che probabilmente non poteva nemmeno leggere il documento. Le vedove Farid vivono in pieno purdah, in stretto isolamento, senza mai lasciare gli alloggi delle donne né parlare con nessun uomo. Vengono sfruttati da un tutore senza scrupoli? Perveen cerca di indagare e si rende conto che i suoi istinti erano corretti quando le tensioni si intensificano fino all'omicidio. Ora è sua responsabilità capire cosa è realmente accaduto a Malabar Hill e assicurarsi che nessuna donna o bambino innocente sia in ulteriore pericolo.

Spia a sette facce di Hannah Carmack è anche un romanzo storico: nel bel mezzo della guerra fredda, l'agente donna più raffinata e fatale della CIA, Diana Riley, scompare. Rapita dal KGB e portata nell'entroterra della Carolina del Nord, lei e il suo team di sgradevoli partner sono costretti a sottoporsi a sperimentazioni illegali.

Ma, quando gli esperimenti li lasciano terribilmente deformati e incapaci di rientrare nella società senza che qualcuno piangesse il mostro, le spie precedentemente glamour e ad alta manutenzione devono sfuggire alla prigionia del KGB ed evitare di riprendersi per mano di Nikola, uno spietato agente del KGB con un intenso e ben- giustificato rancore contro la sua precedente fiamma.

La donna che mi ha fatto sentire strano di Anna Ferrara è un mistero psicologico pieno di indizi nascosti in bella vista. Riuscite a capire cosa sta realmente accadendo alla protagonista lesbica, Lane, prima che il romanzo finisca?

Nel 2030 Lane Thompson, un "nessuno", sedeva sul bordo di un tetto a New York e fumava una sigaretta. Pochi istanti dopo, il suo corpo fu ritrovato sul cemento cinquanta piani sottostanti, rotto e inzuppato di sangue.

Tre anni dopo, Lane si sveglia al Wonderdrug Psychiatric Center, completamente guarito. Il suo dottore non le permette di andarsene perché non ricorda di essersi suicidata e non le dispiace nemmeno perché pensa che vivere al centro gratuitamente sia molto meglio che lottare finanziariamente all'esterno.

Il suo piano per rimanere lì per sempre è contrastato da Paul, una donna e una sua paziente paziente, che la manipola per andarsene. Paul insiste sul fatto che il Centro non è ciò che pretende di essere e trascina Lane attraverso il ventre di New York mentre cerca di dimostrare che sono molto più che semplici meri "nobili".

Il metodo unico di Paul di acquisire denaro consente a Lane il lusso di non dover lavorare per vivere, quindi Lane trascorre il suo tempo cercando di riconnettersi con la sua ex amante, l'attrice Arden Villeneuve, invece.

Ciò che scopre presto pone la sua domanda su tutto ciò che pensava fosse vero. Il problema è, come fai a scoprire cosa sta succedendo davvero quando non puoi fidarti di qualcosa che qualcuno dice?

La zitella e il pazzo di KJ Stewart è un divertente thriller australiano. L'agente in prova, Gina Palumbo, non vede l'ora di fare una visita improvvisata alle Blue Mountains, a ovest di Sydney. Organizzato dalla sua ragazza, Tara, è un'opportunità per lei di rilassarsi prima di presentarsi per il suo primo giorno di servizio.

I suoi piani vengono gettati nel caos dopo uno strano e inquietante incontro con il vicino dei loro amici. L'anziana signora si presenta come Sylvia, unica figlia di Daryl Jacob Thompson, noto assassino che torturò e uccise otto donne negli anni '1970, seppellendole nel suo frutteto nelle zone rurali di Victoria.

Gina si ritrova presto invischiata nella storia del terribile passato di Sylvia, fino a quando non inizia a mettere in discussione il potenziale impatto di tale violenza e terrore sulla psiche di una persona.

Mentre la storia di Sylvia corre verso la sua conclusione mortale, Gina deve attingere a tutte le sue risorse interne per scoprire la verità prima che sia troppo tardi.

In Evil Dead Center di Carole laFavor, una donna Ojibwa è stata trovata morta alla periferia della Riserva della Terra Rossa del Minnesota. Il medico legale ha stabilito che la morte è un suicidio, ma dopo che un ex amante è tornato nella sua vita dicendo che era coinvolto un gioco scorretto, Renee LaRoche vuole dimostrare il contrario. Mentre gli eventi iniziano a svolgersi, Renee conduce un presumibilmente normale controllo del benessere su un giovane ragazzo Ojibwa in affidamento.

Dopo aver appreso che il ragazzo ha subito abusi, Renee si ritrova nel mezzo di un'indagine sul sistema di affido e sul profondo trauma che ha causato alla gente di Ojibwa. Mentre Renee scopre verità orribili, deve superare i suoi problemi d'infanzia per aiutare a far luce sulla rete oscura in cui è inciampata.

L'ultima prima volta di Andrea Bramhall fa parte di una nuova divertente serie procedurale poliziesca giunta alla sua terza puntata. Quando Gina Temple decide di andare a fare shopping natalizio per la sua ragazza, il sergente investigativo Kate Brannon, nella città di King's Lynn nel Norfolk, sembra un compito abbastanza facile.

Se solo la vita fosse così semplice. Un evento in una frazione di secondo, mesi nella pianificazione, capovolge il loro mondo sicuro.

In questo avvincente thriller lesbico, la successiva indagine di Kate la conduce nella tana del coniglio, dove sono bersaglio persone innocenti, e ha ripercussioni che si ripercuoteranno per molto, molto tempo.

Nel frattempo, man mano che le due donne si avvicinano, le cose si complicano ancora di più. La vita sembra determinata a gettare ostacoli sul loro cammino. Le cose si sentiranno mai di nuovo normali?

Giardini del Purgatorio di Peter Lefcourt è un'esilarante commedia romantica noir ambientata a Palm Springs che introduce Sammy Dee, un mafioso di Long Island di medio livello nella protezione dei testimoni, e Didier Onyekachukwu, l'ex ministro delle finanze corrotto dell'ex Alto Volta, fuggito ventiquattro ore prima del plotone di esecuzione. Entrambi si ritrovano nella tarda mezza età, a vivere nella versione della California meridionale della signorile povertà in un condominio a basso costo chiamato Paradise Gardens.

Entra Marcy Gray, un'attrice "matura" che riesce a malapena a cavarsela con una misera pensione della Screen Actors Guild. Sta cercando un ragazzo che la aiuti per tutto il tempo, ea questo punto si accontenterebbe di qualcuno che non si stacca i denti al tavolo e che guida di notte.

La sua ricerca si è ristretta a due compagni residenti: Sammy e Didier, che, essendo maschi, sono per lo più interessati a entrare nei pantaloni di Marcy, anche se un po 'dei soldi che pensano erroneamente non farebbe male neanche a lei.

Una volta che entrambi gli uomini si rendono conto che l'altro è l'ostacolo principale agli affetti di Marcy, ognuno colpisce l'altro. Inavvertitamente, assumono la stessa squadra di demolizione padre-figlio, ed è qui che inizia il divertimento!

Articoli Correlati

risposte

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Recensioni